Ciò che noi possiamo fare

novembre 6, 2007

Vi propongo un articolo con alcune riflessioni di David Icke:

Una delle cause che dobbiamo eliminare è il modo in cui ci lasciamo dividere e soggiogare sulla base delle nostre diverse appartenenze religiose, razziali, politiche, sociali, e di una serie praticamente infinita di conflitti e divisioni. Se una delle cause principali del controllo sul genere umano è la divisione, allora per rimuoverla non dobbiamo fare altro che UNIRCI. Non saremo mai d’accordo su tutto, ne dovremo esserlo. Che mondo noioso se lo fossimo. Ma ciò non significa che non possiamo unirci sulla base di ciò che condividiamo e fondere le nostre forze per proteggere e ripristinare le libertà che riguardano tutti. Destra, sinistra, neri, bianchi, cristiani, musulmani o ebrei, tutti siamo vittime dello stato globale fascista degli Illuminati. Finchè le persone non smetteranno di ingaggiare tra loro delle arroganti e inutili battaglie per la superiorità, saremo tutti divisi e soggiogati in una versione globale della Germania fascista o della Russia e della Cina comuniste. Non importa quale sia la vostra religione, la vostra razza o la vostra fede politica. Qualunque esse siano avete il diritto di crederci e, per quanto mi riguarda, potete fare quello che volete, purchè non cerchiate di imporre agli altri la vostra volontà e le vostre convinzioni. Ciò che mi sta a cuore è il diritto di ognuno a seguire liberamente il proprio percorso all’interno di questa Grande Illusione che chiamiamo mondo “fisico”. Ma perché ognuno di noi sia veramente libero, TUTTI dobbiamo essere veramente liberi. Quando un’altra persona perde la propria libertà è come l’avessimo persa anche noi. L’uccisione di un bambino in Afganistan non è meno grave dell’uccisione di un bambino di New York, o viceversa. Di questo siamo tutti responsabili e dobbiamo maturare insieme e unire le nostre forze. Il numero delle persone che esercitano consapevolmente la propria manipolazione al servizio degli Illuminati è solo una piccolissima parte della popolazione mondiale. Costoro raggiungono i propri obiettivi solo grazie al nostro consenso e la nostra cooperazione, favoriti dall’interesse egoistico, dall’ignoranza o dall’apatia. Le piramidi del controllo esistono solo perché noi vogliamo farle esistere. Il potere di una piramide sta alla sua base, non al suo vertice, eppure di questo sembriamo non accorgerci. Gli illuminati stanno lassù solo perché noi vogliamo che stiano lassù. La nostra relazione deve essere pacifica perché rispondere alla violenza con la violenza e all’odio con l’odio rende quelle che protestano identici a quelli contro cui protestano. Si diventa ciò che si combatte, per cui noi non dobbiamo assolutamente combattere gli Illuminati ma cessare di cooperare con loro. Il rifiuto pacifico e compatto a cooperare con il sistema di controllo e di dittatura è di gran lunga il mezzo più efficace per rovesciare quei gruppi di potere. Invece di combattere contro le piramidi, noi dobbiamo voltar loro le spalle e osservarle mentre cadono su se stesse, una volta che la cooperazione non le sostiene più. Ogni giorno assistiamo a una montatura cinematografica che crediamo essere reale. Ma non lo è. E’ un velo dietro al quale i piani malevoli degli Illuminati possono attuarsi in quella segretezza che è essenziale al loro successo. Settimana dopo settimana, quella montatura si rivela per quello che è, un’illusione da realtà virtuale finalizzata a imprigionare la mente umana collettiva. Non possiamo più giustificare la nostra inazione sulla base della mancanza d’informazioni. Chiunque voglia davvero informarsi può farlo. Cosa volete – cosa vogliamo – fare a questo punto? E’ questa la domanda che ognuno deve porsi se vuole evitare che gli Illuminati creino quel campo di concentramento globale, quella schiavitù generalizzata, che si manifesta, ogni giorno sotto ai nostri occhi.

Fonte: http://www.nwo.it/libero_arbitrio.html

Riflessioni

settembre 19, 2007

Friedrich W. Nietzsche

Questo è un’articolo scritto per un’altro blog.

E come la prima canzone di un concept album accenna l’andamento delle canzoni che vi seguiranno, introduco questo piccolo spazio all’interno dell’immensa rete globale.

L’uomo deve essere superato, così scrive Nietzsche in Così parlo Zarathustra, è un concetto ancora valido nel più brutto dei mondi possibili, quello di oggi. Pochi uomini senza scrupoli tirano le fila di migliaia di individui con l’aiuto che la scienza e la tecnologia ci propone oggi. I mezzi sono migliorati, ma i metodi sono antichi, ancestrali. Siamo schiavi di un sistema, schiavi delle istituzioni politiche ed economiche, delle religioni istituzionalizzate. In un mondo che aspira oltremodo alla tanto agognata libertà, com’è possibile trovare un connubio tra essa e le istituzioni stesse? Le leggi imbrigliano la libertà e la controllano, e così i confini tra le nazioni, le ideologie politiche. E da queste derivano così lunghissimi e noiosissimi trattati di etica per rattoppare gli errori di persone cieche e deformi, quando l’unica regola che vale è il rispettare oltre ogni dubbio la vita. Abbiamo oggi abbastanza consapevolezza per superare vecchi pregiudizi e stereotipi, perchè non la usiamo? A cosa servono le nazioni? A cosa servono gli stati? A cosa servono i confini (mentali o fisici)? A cosa servono le guerre? A cosa servono le ideologie?

Cosa vuol dire morire per la patria? La mia patria è il MONDO.

Dubbi

settembre 13, 2007

Sono attorniato da dubbi che non mi lasciano in pace.

Premessa: Ogni giorno siamo bombardati da notizie sul debito pubblico che non accenna a diminuire e dall’inflazione che è sempre a livelli stabili ma non accenna a diminuire.

Ma:

  • Verso chi siamo debitori? Perchè esso non accenna a diminuire, ma aumenta soltanto?
  • Perchè da svariati anni non si parla più di deflazione, ma solo di inflazione? E’ ancora l’oro a garantire la moneta?
  • Ma soprattutto, chi sono i padroni di Bankitalia Spa?

In verità, l’unica certezza è che i padroni di Bankitalia Spa sono noti già da alcuni anni, ma non molti lo sanno. E, sorpresa, questi sono banche e assicurazioni. Insomma, tutto in famiglia. La lista è un file pdf prelevabile drettamente dal sito di Bankitalia, a questo link.

Ecco una parte della lista dei partecipanti:

Intesa Sanpaolo S.p.A.
UniCredito Italiano S.p.A.
Banco di Sicilia S.p.A.
Assicurazioni Generali S.p.A.
Cassa di Risparmio in Bologna S.p.A.
INPS
Capitalia, Società per Azioni
Banca Carige S.p.A. – Cassa di Risparmio di Genova e Imperia
Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

P.S. Per moneta non si intende solo i contanti, ma anche la moneta digitale creata al momento di un prestito.